Crea sito

I fiori, come fotografarli (prima parte)

Gli amanti delle passeggiate bucoliche sanno bene quanta bellezza ci sia tra i sentieri di un giardino!E solitamente guardiamo i fiori che spuntano dal terreno dall’alto verso il basso. Fotografarli rimanendo in piedi porterebbe ad avere degli scatti mediocri.

  • Per catturare l’attenzione bisogna fotografarli da una visuale che non sia quella di tutti i giorni… abbassiamoci e scattiamo al loro livello! Sì, dico bene, per fare delle foto spettacolari bisogna inginocchiarsi e portarsi al loro “punto di vista”.

Fotografia ad un fiore da una angolazione insolita

  • Non necessariamente serve un obiettivo macro, infatti, anche gli zoom funzionano molto bene e con gli stessi è possibile zoomare tanto da riempire la scena con il fiore.

Fotografia ad un fiore con obiettivo zoom

  • Utilizzando lo zoom è possibile mettere lo sfondo fuori fuoco in modo che l’attenzione sia solo sul fiore.

Fotografia ad un fiore con sfondo fuori fuoco

  • Impostare la macchina fotografica in modalità priorità di diaframma per poter utilizzare i valori di diaframma inferiori (es. f/1,4 – f/5.6).
  • Non ci resta che individuare un singolo fiore o un piccolo gruppo ravvicinato da mettere a fuoco. Così facendo lo sfondo risulterà fuori fuoco e l’impatto visivo, della composizione fotografica, sarà maggiore.

Fotografia ad un piccolo gruppo ravvicinato di fiori

  • E’ vero, i professionisti utilizzano delle ottiche macro in grado di realizzare scatti incredibilmente ravvicinati e con profondità di campo ridottissima. Di contro con un’ottica di questo tipo bisogna scattare necessariamente su treppiede poiché il più piccolo movimento rovinerebbe lo scatto. Non disperate!!! potremmo trasformare il nostro obiettivo zoom in macro attraverso l’acquisto di una lente chiamate “close-up” con il vantaggio del basso costo e del minimo ingombro.

Quando fotografare i fiori

  • Nelle giornate nuvolose con cielo coperto. In queste condizioni la luce risulterà diffusa e l’assenza della luce diretta del sole non sbiadirà i colori dei fiori che risulterà intenso.
  • Subito dopo la pioggia. Con le gocce ancora sui petali ed il cielo nuvoloso otterrete delle foto magiche. E’ possibile riprodurre questa condizione portando a seguito uno spruzzatore in grado di nebulizzare goccioline d’acqua.
  • Al mattino o nel tardo pomeriggio in caso di una giornata di sole. In questo caso consigliamo di fotografare in controluce per ottenere spettacolari ma controllati giochi di luce.

Fotografia al mattino o nel tardo pomeriggio in caso di una giornata di sole.

Presto la seconda parte …continua a seguirci.