Crea sito

9 consigli per scattare foto NITIDE

Come scattare foto nitide

Per ottenere delle foto nitide è fondamentale adottare una serie di accorgimenti che ci permetteranno di arrivare a risultati sorprendenti.

1. Treppiede
Anche se comporta un lavoro maggiore, il treppiede è proprio l’ingrediente chiave per ottenere delle foto nitide. I professionisti lo utilizzano anche di giorno e il suo scopo è proprio quello di mantenere la fotocamera immobile. Ne esistono di diversi tipi, alcuni assolvono meglio di altri nel compito,e quelli economici non offrono la giusta stabilità. Molto importante è la testa del treppiede e quelle sferiche sono le migliori perché offrono la possibilità di posizionare la fotocamera in ogni direzione e di bloccare la stessa affinché rimanga ferma e non scivoli.
Di seguito riportiamo alcuni modelli di treppiedi

Manfrotto compact con testa ibrida per foto e video. Struttura in alluminio

Manfrotto compact con testa a 3 vie e struttura in alluminio;

Manfrotto professionale con testa a 3 vie, struttura in alluminio e colonna centrale a 90°.

2. Pulsante di scatto
Per secondo non bisogna premere il pulsante di scatto bensì bisognerebbe utilizzare uno scatto remoto. Questo perché quando premiamo il pulsante di scatto la fotocamera si sposta di quel tanto che basta per fare in modo che lo scatto non sia più al massimo della nitidezza. Creando una impercettibile vibrazione per noi, di cui però la foto risentirà.

3. Controllo remoto
Le macchine fotografiche più recenti supportano la funzione “scatto remoto “ attraverso la rete wireless. Qualora non si disponesse di tale funzione si potrebbe utilizzare la funzione autoscatto. Di solito questa funzionalità la si utilizza per riprendere noi stessi nell’inquadratura ma, avete mai pensato che questa modalità potrebbe permetterci di fermare immagini, anche con altri soggetti, senza dover toccare la fotocamera al momento dello scatto? Provare per credere!

4. Stabilizzatore ottico
Con la macchina fotografica su treppiedi è consigliabile disattivare lo stabilizzatore ottico (Vibration Reduction per Nikon e Image Stabilization per Canon) poiché questa tecnologia cerca di stabilizzare le vibrazioni ma se non ce ne sono potrebbero esserci degli inconvenienti. Diversamente consigliamo di mantenerlo attivo quando si scatta a mano libera!

5. Scegliere la giusta apertura di diaframma (sweet spot)
Nella scheda tecnica dell’obiettivo è indicato il valore di apertura che garantisce la massima nitidezza. In generale, nella maggior parte degli obiettivi la massima nitidezza la si ha ad un paio di stop più alti rispetto alla massima apertura (es. con un obiettivo f/1,4 l’apertura più nitida risulterebbe f/4 e f/5,6).

6. L’ottica è fondamentale
Un obiettivo di ottima qualità fa una grande differenza per la nitidezza della foto. Un’ottica di qualità è un investimento e se trattata con cura, saprà dare alle nostre foto una nitidezza che un obiettivo economico non potrà produrre.

Vi consigliamo alcuni siti affidabili e sicuri per l’acquisto dei vostri obiettivi fotografici ⇓

2 EMME FOTO specialisti della fotografia

Foto Fenice 

7. ISO
Quando la macchina fotografica è montata su treppiede non è necessario aumentare gli ISO anche in condizione di scarsa luminosità. È buona norma mantenersi su valori ISO molto bassi (es. 100/200). Con l’aumento del valore ISO andremo ad aggiungere alla foto del rumore, cosa che eviteremo a meno che non abbiamo altra scelta.

8. Ingrandimento prima dello scatto
Molto spesso accade che tutto sembra nitido e a fuoco quando guardiamo il piccolo display sul retro della fotocamera ma una volta aperte sul computer non è così. Tutte le fotocamere digitali hanno un pulsante zoom che consente di ingrandire la foto per verificare che sia realmente a fuoco.

In modalità live view, tutto sembra nitido e a fuoco quando si guarda il soggetto sul monitor LCD della fotocamera. Tuttavia basterà poco per capire che non possiamo fidarci di quel monitor e che prima di eseguire lo scatto converrà utilizzare il pulsante zoom che consentirà di ingrandire le foto per verificare che siano realmente a fuoco.

9. Scatto in sequenza

In questa modalità, basterà mantenere premuto il pulsante di scatto per produrre diversi scatti. In questo modo la probabilità di ottenere uno scatto nitido è maggiore.

Condividi con noi le tue opinioni o esperienze, ne faremo tesoro e potremo trarne nuovi spunti di approfondimento.

Torna presto sul Blog, ti aspettano contenuti nuovi ogni settimana!